Di corsa nel Medioevo

Fratello e sorella, Gianmarco e Benedetta Cecchini dell’Atletica Fabriano, hanno impresso il loro nome nell’albo d’oro della prima edizione della manifestazione podistica “Di Corsa nel Medioevo” svoltasi nel centro storico di Fabriano domenica 18 giugno 2017. Con il tempo – rispettivamente – di 24’ 33” e 30’ 02” sono risultati i migliori l’uno tra gli uomini, l’altra tra le donne nel percorso più lungo di 7,5 chilometri. Un dominio della corsa tutto in famiglia! Per quanto riguarda il percorso breve di 3,75 chilometri, invece, il più veloce tra gli uomini è stato Lorenzo Piersantelli della società Amici dello Sport Jesi in 14’ 38” e la più veloce tra le donne è stata Paola Quattrini del Gruppo Podistico Pieralisi Jesi in 16’ 02”.

Hanno preso parte all’evento 121 runner adulti (dei quali 93 hanno corso la 7,5 chilometri e 28 la 3,75 chilometri) più 32 giovani under 18. Un totale di 153 partecipanti che, alla prima edizione, confortano e soddisfano gli organizzatori della Podistica Avis Fabriano, che hanno allestito l’evento con la collaborazione dell’Ente Palio San Giovanni Battista, della Festa dello Sport di Fabriano e della sezione comunale Avis di Fabriano.

Prima del via è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Walter Moretti, ex atleta della Podistica Avis Fabriano scomparso recentemente.

Sono stati premiati dal sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola, le prima cinque donne e i primi cinque uomini di ciascun percorso, oltre alle tre società con più iscritti (nell’ordine l’Atletica Taino di Gualdo Tadino, l’Atletica Fabriano e la Palestra La Vinci di Fabriano).

Perché questo nome, “Di Corsa nel Medioevo”? In primis perché il percorso è stato disegnato interamente all’interno delle mura medievali della città di Fabriano, tra vicoli e vicoletti, piazzette, chiese e scorci suggestivi, con partenza e arrivo nella centralissima Piazza del Comune, sotto gli occhi vigili di imponenti palazzi trecenteschi come quello del Podestà e dei Chiavelli, oltre alla Fontana Sturinalto. Inoltre, “Medioevo” perché la corsa è stata inserita all’interno del programma di eventi legato alla rievocazione storica del Palio di San Giovanni Battista, che per dieci giorni riporta indietro la città alle sue origini con una ricca serie di iniziative. Non a caso, il via alla gara è stato dato dal suono di una antica chiarina.

«La speranza – dicono gli organizzatori della Podistica Avis Fabriano, presieduta da Giorgio Tiberi – è quella di aver fatto vivere ai partecipanti, sia fabrianesi sia provenienti dalle località limitrofe, una piacevole giornata alla riscoperta del centro storico cittadino, vissuto in un modo nuovo, di corsa, all’insegna del tanto amato running. E’ stato bello veder correre, oltre ai podisti in senso stretto, molte famiglie, genitori insieme ai figli. E altrettanto piacevole è stata l’affluenza di spettatori lungo le transenne, degno contorno dell’evento. Un doveroso ringraziamento per la collaborazione va al Comune di Fabriano, a Paolo Mearelli dell’Ente Palio e a Luciano Bano presidente della sezione Avis comunale, alla Polizia Municipale guidata dal comandante Cataldo Strippoli, alla Protezione Civile di Fabriano e all’associazione ciclistica fabrianese Pedale Stracco (che con i loro elementi hanno contribuito a rendere sicuro il percorso), ai promotori della Festa dello Sport, alla Croce Azzurra e alla Croce Rossa. E inoltre Acqua Frasassi, Dedalo Comunicazione Visiva, i negozi Monteverde Sport e Sportforyou, i fotografi Matteo Mingo, Massimo Ilari e Massimo Magi. Per i premi, un sentito grazie all’Oreficeria Renzi, BiciSport, Micheletti Forniture e alimentari Tritelli. Oltre, ovviamente, a tutti i componenti della Podistica Avis Fabriano che si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento. L’auspicio è che sia stata la prima edizione di una lunga serie».

Grazie a tutti.

Podistica Avis Fabriano

 

Classifiche 2017:

Classifica 7,5 km

Classifica 3,75 km

 

Foto 2017:

Foto di Massimo Magi

Foto di Massimo Ilari

Foto Matteo Mingo

Foro premiazioni